Guardando al passato e futuro

2019 Grazie per i tuoi insegnamenti.
2020
Siamo pronti.

È stato un anno niente male, sono successe molte cose. È bello guardare indietro al 2019, ma ancora di più al 2020. E ciò anche per noi come individui perché questo è un settore divertente e dinamico nel quale operare. Ogni cliente ha le sue strategie, la sua peculiare location e le proprie ambizioni. Che si tratti di fornire estensioni per un glamping già esistente o di iniziare da zero, suscita sempre emozione riuscire a dare il proprio contributo. Il nostro team, sempre pieno di entusiasmo, condivide la passione per il glamping. E a noi piace condividere questo entusiasmo con i nostri clienti. Questo è un modo fantastico di lavorare!

Come ogni anno, vorremo dare uno sguardo al passato e lo faremo insieme a Robin, il co-proprietario di Outstanding. Che cosa lo ha davvero impressionato di quest’anno? E su cosa punta per il 2020? Visto che oramai ci conoscete, sapete che non stiamo mai fermi e che non vediamo l’ora di fare qualcosa!

Guardando al passato

Il 2017 è stato l’anno degli investimenti cui è seguito un anno di crescita. Come definiresti quest’anno, il 2019, Robin?
“Il 2019 è stato un altro grande anno in cui ci siamo sviluppati. Le società attraversano molte fasi e noi, al momento, siamo in quella di forte crescita e di gestione ottimale delle pressioni provenienti del mercato grazie al miglioramento registrato nei processi e nell’operatività delle varie funzioni aziendali. Oltre allo sviluppo, quest’anno per noi ha svolto un ruolo cruciale la fiducia dei nostri clienti. Siamo sempre più visti come una società rispettabile e affidabile. Anche le più grandi realtà europee ci prendono in considerazione e ci assegnano commesse importanti. E con questo non voglio dire che non dedicheremo in futuro la stessa attenzione anche ad altri clienti, quelli più piccoli; anzi, sostengo proprio il contrario. Ma è comunque molto gratificante ricevere l’attenzione delle società più strutturate”

L’anno scorso eri molto orgoglioso del fatto che abbiamo ricevuto un feedback medio pari a 9 su moltissimi documenti di consegna. Questo fu per te uno dei migliori risultati del 2018. Quale è invece il migliore di quest’anno?
“Quest’anno abbiamo consegnato 100 tende da safari. È stato un lavoro incredibile, sia in termini di installazione che per la logistica. Nonostante l’enorme pressione, tutti sono rimasti concentrati, il che mi rende davvero orgoglioso. Nel feedback del cliente si leggeva solo una “critica”, se così si può dire. E cioè che uno dei tantissimi camion era arrivato al campeggio con un giorno e mezzo di anticipo. Tecnicamente ciò non dovrebbe accadere, ma il fatto che stiamo parlando di dettagli come questo dimostra che abbiamo fatto passi da gigante nell’ambito della logistica”

Guardando al futuro

Quali sono le tue sensazioni rispetto al 2020? Quali le aspettative? Che hai in mente per il 2020?
“Quest’anno abbiamo faticato un po’ a causa della scarsità di spazio nella nostra sede logistica. Questo problema si risolverà perché ci stiamo trasferendo in un edificio che avrà una superficie quasi doppia. In questo modo potremo continuare a fare consegne rapide direttamente dal nostro magazzino e ciò farà anche sì che la soddisfazione del nostro team di logistica cresca. Inoltre, nel 2020 entreremo in molti mercati nuovi e quindi è nostra intenzione supportare meglio e in modo più efficace i nostri agenti di vendita. Per quanto diversi possano essere i mercati internazionali tra di loro, potremo imparare tantissimo condividendo le esperienze. Ed è per questo che è stato di recente assunto un export manager. Grazie al suo lavoro faremo sentire ogni nostro agente di vendita parte del team. E a prescindere dal fatto che egli operi in America, in Giappone o in Francia. Noi siamo un team eccezionale e, come abbiamo fatto anche gli anni scorsi, faremo del 2020 un altro anno fantastico!”